Agende 2019, i vostri consigli

Se anche tu sei tra coloro che l’agenda la prendono ad anno già iniziato, se non sai quale scegliere e nel panico ti blocchi, ti propongo una lista di agende suggeritemi da tante creative che hanno risposto alla domanda: quale agenda userai nel 2019? Spero troverai quella che fa per te o, almeno, farai un po’ di piacevole window-shopping.

  • Bullet journal – le ragazze di @Wonderlab sono talmente appassionate e brave che se lo disegnano da sole. Se anche tu ami disegnare, fagli una chance! Puoi usare un quaderno qualsiasi, un notebook o prendere l’agenda Bullet Journal.
  • Midori – è un planner che racchiude più quaderni e tipi di fogli, così che puoi organizzarteli come vuoi. Di solito ha una copertina morbida a cui puoi “agganciare” gli inserti, il nome è preso dal brand giapponese che ha iniziato a fare questo tipo di agende ma oramai si sono diffuse così tanto che ci sono tanti artigiani che le creano in qualsiasi materiale. E infatti @Daclaidee si fa il suo Mimìdori, e sta a posto così!
  • Hobonichi Techo – rimaniamo in Giappone con l’hobonichi, usato da @chavela_wasntdead, che è un planner minimalista e semplice, che ti permette di scegliere che tipo di agenda usare (giornaliera, settimanale) e che cover avere. Può essere un buon compromesso se non ti va di fare il bullet journal ma al tempo stesso non ti piacciono le agende con troppi fronzoli.
  • Agenda Violinoviola – suggerita da @biancaflut, che la userà per il secondo anno consecutivo, perché è illustrata e piena di buonumore. Ho sfogliato (virtualmente) questa qui ed è in effetti davvero adorabile!
  • Agenda Muji – che, come dice @lalberoapois, è talmente minimal e da battaglia che è e adatta a chi, come @boscorosso, ha il panico da agenda o quaderno nuovo. Ce l’ho pure io un po’ questo panico, quello che al momento di posare la penna dici, ecco ora faccio un pasticcio e rovino tutto.
  • Agenda Mr Wonderful – oramai un grande classico per le creative, @pandepi_clothinguserà quella ad anelli anche nel 2019, perché le permette di aggiungere e togliere pagine, oltre a essere della misura perfetta per la sua borsa (gigante).
  • Inchiostro & paper (weekly planner) – suggerita dalla stessa creatrice, Sabrina di TheStoryteller, mi piace perché è minimal senza essere scarna, è illustrata ma non con prepotenza, e poi è eco-friendly e fatta al 100% in Italia. Ora vedo come va quest’anno ma, se tornerò a usare un’agenda, questa è in pole position!

I miei consigli

  • Daily greatness journal – (qui la mia recensione approfondita) Perché è un’ottima guida se non sei abituata a pensare alla tua vita e al tuo lavoro in termini di obiettivi e di benessere quotidiano. Aiuta a riflettere sulla propria vita e prenderla in mano.
  • Moleskine – Per tanti hanno ho usato la Moleskine 18 mesi, trovandomi sempre benissimo. Ora ci sono tante versioni, ma io rimango affezionata alla versione tutta nera. Sono fan di questo brand dai suoi albori, ovvero da quando lessi i libri di Chatwin per un esame all’università, nei miei vent’anni, e scoprii che il taccuino francese era stato rimesso in produzione da un’azienda italiana. I loro prodotti, pensati per chi ama scrivere, non mi deludono mai!

Tu quale agenda userai quest’anno? E quale hai usato l’anno scorso? Raccontami tutto!