Organìzzati

Organìzzati

Un percorso per diventare una creativa organizzata

Ciao, sono Francesca e sono una persona disorganizzata.

Ma come, dirai tu, allora cosa vuoi insegnarmi???

Aspetta un attimo, che ti racconto, ti rispondo io.

Questa storia inizia nel 1990, agli esami di terza media. Non ricordo molto dello studio e degli esami in sé, ma un ricordo è impresso, indelebile, nella mia (spesso scadente) memoria: dovevo portare delle tavole di educazione artistica, credo 6 o 7, con degli esempi dei vari stili e tecniche che avevamo imparato nei tre anni.

Ebbene, ci lavorai LA SERA PRIMA. Non ricordo i progetti, non ricordo nemmeno il giorno dell’esame, niente. Ricordo soltanto il panico e l’ansia e il sonno di stare fino alle due o tre di notte a lavorare a qualcosa che avrei dovuto finire da tempo, mentre mi chiedevo “ma PERCHE’???” e non vedevo l’ora che tutto finisse.

Ti suona familiare?

La disorganizzazione (che è composta di tanti aspetti, di cui ti parlerò, tra cui la procrastinazione) mi affligge, quindi, dalla tenera età. A causa sua, ho vissuto spesso in stati di ansia incredibili e non ho realizzato progetti importanti, o li ho realizzati male, o ho fatto tutto di corsa, con livelli di stress assurdi.

La disorganizzazione affligge ancora di più le persone creative, perché le idee in testa sono sempre troppe e spesso ci si ritrova a correre dietro all’una o all’altra, in un turbine di inconcludenza. Le persone creative sono anche refrattarie a stabilire schemi e routine, a programmare e organizzare. O almeno così pensano.
E qui ti smentisco: i creativi più di successo sono persone estremamente organizzate, altrimenti non avrebbero potuto arrivare dove sono! Hai mai letto come si svolgono le giornate di Lisa Congdon? Si può essere creativi e, al tempo stesso, molto organizzati!

Mentre per una buona parte delle cose della vita, la disorganizzazione cronica può non essere un problema, quando adottiamo questo atteggiamento anche nel nostro lavoro di piccole imprenditrici o libere professioniste, i danni si fanno sentire. Soldi che non entrano, progetti rimandati per mesi e mesi e poi realizzati di corsa e male, tempo e soldi persi a cercare di realizzare progetti che non vedranno mai la luce.

Essere organizzate è un requisito fondamentale per incastrare tutti i tanti, a volte troppi, impegni della vita e del lavoro e fare in modo che tutto funzioni, se non proprio a meraviglia, almeno nel miglior modo possibile.

Fare le cose a caso, a un certo punto, è deleterio per la nostra attività e per la nostra salute mentale: vivere in uno stato perenne di ansia non è davvero il massimo.

Sono una disorganizzata sulla via della redenzione: sono anni che provo tecniche, leggo articoli, sperimento metodi, scarico app e programmi e, anche se so che posso migliorare, quando mi confronto con colleghe, spesso mi sento dire “Quanto sei organizzata!”. E allora, forse, un po’ lo sono diventata.

Ho pensato di condividere con te le mie scoperte, i metodi che ho provato, le soluzioni che ho trovato, sperando che ti saranno utili per raggiungere i tuoi obiettivi lavorativi.

Questo corso è in realtà un percorso, perché l’organizzazione non accade dall’oggi al domani. E’ strutturato in trenta giorni, in cui dovrai fare degli esercizi per abituarti a gestire alcune cose in maniera diversa (procrastinazione! Gestione del tempo! Distrazioni! Ti dicono niente?) e cambiare alcune abitudini e atteggiamenti.

Ti chiederò di essere costante, di fare tutti gli esercizi e di resistere fino alla fine, perché ti assicuro che ti sarà utile. Il mio scopo è farti capire come gestire il tempo e il tuo lavoro creativo, indipendentemente da quante ore gli dedichi giornalmente, in maniera da raggiungere i tuoi obiettivi.

Ti parlerò di procrastinazione, gestione del tempo, gestione delle distrazioni, ottimizzazione del tempo e dei lavori, automazione di alcuni task, app e programmi che puoi usare per semplificare alcune cose, come creare dei flussi di lavoro che ti aiuteranno a non incagliarti a metà dei progetti.

Se sei una persona disorganizzata, se fatichi a portare a termine i tuoi progetti, se lavori in proprio e il tempo ti scivola tra le mani e ti sembra di non arrivare mai a niente, questo corso fa per te.

Spero che arriverai alla fine con un metodo tuo su come organizzare le tue attività e il tuo tempo, perché siamo tutti diversi e ognuno deve capire come gestire il tempo, gli impegni e il lavoro in accordo con le proprie preferenze, la propria personalità e le proprie necessità.

Ok, basta introdurre, passiamo al sodo! Inizia il percorso.